Bergamo Festival 2016

MURI CHE SI ALZANO
CONFINI CHE SI DISSOLVONO

Bergamo Festival FARE LA PACE torna a offrire al pubblico elementi di comprensione delle molte intricate dinamiche della quotidiana convivenza. Il compito umano di fare la pace, di negoziare cioè un accettabile ordine civile, ha davanti a sé tornanti sempre nuovi e decisivi. Si tratta di questioni che nascono a volte lontane da noi, ma i cui effetti ritroviamo in molto concreto nei luoghi in cui viviamo. Attraverso le parole di autorevoli testimoni e protagonisti di livello internazionale, cerchiamo di offrire utili criteri di comprensione della realtà. Per lenire le inquietudini e aumentare il senso critico.

Nella edizione del 2016 questo sguardo complessivo passerà attraverso un tema specifico: MURI CHE SI ALZANO, CONFINI CHE SI DISSOLVONO. Il peso specifico di nuove potenze demografiche e il turbolento confronto all’interno del mondo islamico hanno nuovi motivi di tensione. Questo complesso agitarsi di forze sociali sta determinando, specie negli ultimi anni, fenomeni apparentemente contrastanti e paradossali.

Nel mondo occidentale crescono nell’opinione pubblica istintivi sentimenti di difesa, che gli interpreti della politica cavalcano trasformando in scelte di nuova chiusura delle frontiere. Mentre da questa parte qualcuno alza nuovi muri fisici, in altre regioni del mondo molti antichi confini diventano incerti. Alcuni si sono concretamente riscritti, come nell’Ucraina contesa da Europa e Russia. Altrove essi diventano labili e provvisori per effetto di tensioni regionali che sembrano assumere la forma di una guerra civile diffusa. Il presente dei rapporti internazionali è dunque dominato da nuovi muri che si alzano e vecchi confini che si abbassano.