2016

Ven 0

Prenota

Futuro Prossimo
Codice Evento 1010
LECTIO MAGISTRALIS - LA MURAGLIA UNGHERESE con Agnes Heller
h 21.00_Centro Congressi Giovanni XXIII, Bergamo

Il sogno europeo alla prova dei nuovi cinismi

Intervista
Giorgio Ferrari - Inviato speciale e editorialista di Avvenire.

Nel settembre del 2015 il premier ungherese Viktor Orban, leader del partito Fidesz, erige al confine con la Croazia e la Serbia una barriera anti immigrati, esprimendo tutta la sua sfiducia nella capacità delle istituzioni europee di governare i flussi di profughi accalcati lungo la pista balcanica.
Nemmeno vent'anni dopo Berlino un nuovo muro si alza nel cuore dell’Europa. Di questa vicenda ungherese si parla con Agnes Heller, filosofa, classe 1926, sopravvissuta all’Olocausto, massimo esponente della «Scuola di Budapest»,nota per essere la teorica dei “bisogni radicali”, indagatrice del delicato rapporto tra soggettività e potere, a suo tempo critica nei confronti della svolta autoritaria di molti paesi dell’Est.

AGNES HELLER

Filosofa ungherese, uno dei più autorevoli interpreti della complessità filosofica e storica della modernità. E' stata il massimo esponente della "Scuola di Budapest", nota in Occidente come la teorica dei "bisogni radicali". 

In collaborazione con Il Mulino